Future Interviews Places Senza categoria Sport

GERMANO E FEDERICO ALLA MARATHON DES SABLES /

maggio 25, 2017
copertina

Come avrete capito, ci appassionano le storie forti, le storie piene di amore, passione, dedizione. Quelle che le leggi e ti senti trasportato, quelle che ti fanno immaginare di essere tu stesso dentro la storia. Un pochino come la storia che vi raccontiamo oggi.  Qualcuno di voi ha certamente seguito grazie ai nostri canali social la storia di Federico Crotti e Germano Dotto, trevigiani di nascita e appassionati di sfide e cose belle della vita.

Federico e Germano hanno lavorato duramente mesi e mesi per arrivare preparati alla loro esperienza, per arrivare preparati e vivere al meglio il loro sogno, quello di partecipare alla Marathon des Sables. Non era semplicemente una maratona questa qui, era una sfida, con se stessi, con il loro corpo, con la loro mente. Federico e Germano hanno dovuto superare lentamente le loro paure. Si sono allenati molto duramente per farlo ma alla fine, entrambi sono riusciti a raggiungere l’obiettivo ce avevano in mente, hanno partecipato alla maratona e ne sono usciti vincitori. Vincitori non perché hanno avuto una medaglia, ma perché hanno combattuto e vinto quella che era la loro sfida personale, con se stessi. Questo è il racconto scritto dopo pochi giorni dal loro rientro, ancora pieni dei sorrisi e di emozioni.

IMG_7581

“Abbiamo tutto ma nulla di ciò che possediamo è in grado di farci capire veramente chi siamo o ci dà ciò di cui realmente abbiamo bisogno.

JC_S8877

Frase già sentita mille volte e forse mai capita del tutto. Eppure quando nel deserto vedi le piccole case fatte di mattoni artigianali dello stesso colore della distesa di sabbia che le circonda, quando incontri i piccoli gruppi di persone che le abitano e che vivono di quel poco che basta a garantire la propria sussistenza e quando incroci lo sguardo felice e le labbra sorridenti dei bambini che giocano con un ramo secco, allora quella frase acquista un significato reale e profondo.

IMG_7578

Quando il tuo corpo sta per collassare perché la disidratazione ti coglie all’improvviso non importa ciò che possiedi, ciò che conta è un altro uomo che ti vede in difficoltà, ti aiuta, ti sostiene e ti accompagna fino a che riprendi le forze.
Quando i tuoi piedi hanno talmente tante vesciche da non permetterti più di camminare, non importa ciò che possiedi, ciò che conta è la tua forza di volontà che fa finta di non sentire il dolore.
Quando le forze ti abbandonano per la fame feroce, non importa ciò che possiedi, ciò che conta è il tuo amico che divide con te il poco cibo che ha.

JC_S5293
Un vecchio proverbio africano recita così: se vuoi andare veloce corri da solo, se vuoi andare lontano corri insieme a qualcuno. Ed è proprio così. Il gruppo ti sostiene, il gruppo ti aiuta, il gruppo alleggerisce le brutte sensazioni e aiuta a distrarre il cervello dalle difficoltà. E se è vero che in gara sei tu contro te stesso e i tuoi limiti, è altrettanto vero che l’abbraccio di un amico quando arrivi stremato al traguardo, ti dà sempre quella magnifica sensazione di appartenenza, di condivisione.

IMG_2016

Alla sera, nel deserto, ti ritrovi a fissare il sole che dall’orizzonte abbandona lentamente il tuo sguardo per far posto alla notte e i tuoi pensieri di uomo abbracciano nostalgia, lontananza, malinconia, stanchezza, ma poi il tuo amico si siede accanto a te, ti dà una pacca sulla spalla e ti offre l’ultimo bicchiere d’acqua del giorno.

IMG_7580

È in questo momento che arriva chiaro l’ultimo pensiero: non vuoi andare veloce, vuoi andare lontano.
Ci vediamo alla prossima sfida.”

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply